Image Image Image Image Image

© Copyright 2013 Drastic Filmmaker | RSS | Email

twitterfacebookyoutubevimeorss

Scroll to Top

To Top

Drastic Filmmaker Blog

02

lug
2013

No Comments

In Drastic Filmmaker Blog

By DrasticFilm

Che cos’è Drastic Filmmaker?

On 02, lug 2013 | No Comments | In Drastic Filmmaker Blog | By DrasticFilm

Alessandro, innanzitutto: Drastic Filmmaker, da dove deriva, cosa vuol dire?
Drastic deriva da Drastico, il mio soprannome storico. Filmmaker come qualcuno che si occupa di video, film. 

Definisci in poche parole Drastic Filmmaker.
Un piccolo marchio di piccole produzioni video.

Produzione video?
Il video delle vacanze è un video. Un film, un telefilm, uno spot… sono produzioni video. Una produzione video non è il semplice filmare qualcosa: ha un minimo di organizzazione a monte, una regia, una sceneggiatura, un montaggio e una serie di persone che partecipano con diversi ruoli. Non è un video delle vacanze, è un video fatto con l’intento di avere un pubblico più ampio dei propri conoscenti.

Ok ma non sei tu (Alessandro Crolla, ndr) che fai il video, perdonami, la produzione video?
Si, ma non solo. Io impartisco inevitabilmente un continuità di stile tra una produzione e l’altra ma in realtà Drastic Filmmaker è più un concetto, un certo modo di fare video, un gruppo di lavoro fatto dalle persone che di volta in volta partecipano al progetto. 

Quindi perchè firmare i video con Drastic Filmmaker? Per tirarsela?
Come avevo già accennato in questo articolo, il marchio Drastic Filmmaker nasce con l’intento di differenziare il video fatto al mio gatto o delle mie vacanze da un video più “pettinato” che  a prescindere dai contenuti creo per comunicare qualcosa, un messaggio, o comunque ha dietro di sè un intento, un progetto.

Il marchio Drastic Filmmaker ricorda un pò una locandina di Hitchcock, lo sai vero?
Lo so, conosci qualcuno di più eclettico nel campo cinematografico (e non) a cui ispirarsi?

Il pubblico più attento avrà certamente notato che il marchio non è sempre stato così. Come mai?
Inizialmente era nato tutto come un progetto condiviso con un amico: Drastic FilmmakerS, infatti c’erano due sagome sul logo, ma diversità di opinioni e la disponibilità di tempo da dedicare al progetto ci hanno portato ad una divisione, naturalmente pacifica, lasciando la porta aperta a delle collaborazioni, tant’è vero che egli compare nell’animazione attuale (2013) del marchio, che si rifà peraltro al primo video creato insieme, “Niente”.

Cosa bolle in pentola? Progetti per il futuro?
Attualmente (luglio 2013) stiamo ultimando le riprese per il video musicale di un singolo di due miei amici, in uscita su iTunes. Poi partirò con un nuovo progetto, una sorta di documentario. 

Puoi darne un anteprima?
No.

Hai iniziato con dei corti demenziali, ora sembri rinnegare quel tipo di video.
No, semplicemente ogni cosa ha bisogno di un suo equilibrio, un suo corso e una sua evoluzione. In questo momento non voglio fare il “serio”, ma la mia intenzione non è certo di far ridere la gente a tutti i costi, se poi capita tanto meglio, ora come ora la mia attenzione è rivolta semplicemente al fare qualcosa di curato.

Come reagisci se un video non piace?
Amo vedere le diverse reazioni che lo stesso video provoca nelle persone. L’importante per me è riuscire nell’intento di comunicare ciò che volevo inizialmente e come lo volevo, poi se ti piace è così, altrimenti nessuno ti costringe a guardare.

Sei del 1983, a quest’ora, se fossi stato davvero un bravo regista (o filmmaker)…
Potrei dirti che ho rifiutato dei contratti, ma non è così. Forse una cosa troppo seria mi distoglierebbe troppo dal divertimento nel farla oltre a dover dare retta a tante altre teste. D’altronde anche tu, se fossi stato un bravo giornalista, non saresti qui a intervistare me…

Il solo fatto che tu ti stia autointervistando è un chiaro segno di doppia personalità, lo sai vero?
Perchè non sei tu a farmi le domande?

 

Tags | ,

Submit a Comment